Category: Amore


INIZIO 2013

terra-amore

 

1° giorno del 2013

buon giorno all’amore della mia vita …. la giornata comincia insieme a lei, il tempo di prepararci e poi si sale in macchina per andare a mangiare dai miei.  Nell’andare in viaggio quando potevo cercavo sempre di cogliere il suo sguardo, la sua dolcezza, tutto il suo amore. Anche cantare insieme la Santa messa della sera è stato bellissimo, cantare insieme nello stesso coro. una speranza che davvero non pensavo fosse possibile.

Per la chiesa cattolica questo è l’anno della fede, lo è anche per me ovviamente  ma per me voglio che sia anche L’ANNO DELL’AMORE

W L’AMORE   SENZA L’AMORE NON SI PUO’ VIVERE

Annunci

9698_454309314631893_1279870967_n

 

 

Un giorno la Madonna ci ha detto una bella cosa. Satana tante volte approfitta di una persona che si sente indegna, che si sente depressa, che ha vergogna di Dio: questo è proprio il momento in cui Satana approfitta per distoglierci da Dio. La Madonna ci ha detto di avere

 questa idea fissa: Dio è vostro Padre e non importa come tu sei. Non lasciate nemmeno un momento di dolezza a Satana, a lui già gli basta per non farti incontrare col Signore. Mai lasciate Dio perché Satana è troppo forte. Per esempio se hai commesso un peccato, se hai litigato con qualcuno, non rimanere solo, ma chiama subito Dio, chiedigli perdono e vai avanti.

Dopo un peccato ci mettiamo a pensare e dubitare che Dio non possa perdonare… Non così…. noi misuriamo sempre Dio dalla nostra colpa. Diciamo: se il peccato è piccolo Dio mi perdona subito, se il peccato è grave Gli occorre tempo … A voi servono due minuti per riconoscere di aver peccato; ma al Signore non occorre tempo per perdonare, il Signore perdona subito e voi dovete essere pronti per chiedere e accettare il Suo perdono e non lasciate che Satana approfitti di questi momenti di sbandamento, di deserto. Chiamatelo come siete, andate avanti subito; davanti a Dio non dovete presentarvi belli e preparati; no, ma andate a Dio come siete così che Dio possa rientrare subito nella vostra vita anche nei momenti in cui si è più peccatori. Proprio quando ti sembra che il Signore ti ha lasciato è quello il momento di tornare, presentandoti così come sei.

Marija Dugandzic

 

Cari figli, ringraziate con me l’Altissimo per la mia presenza con voi.

 Gioioso è il mio cuore guardando l’amore e la gioia che avete nel vivere i miei messaggi. 

In molti avete risposto ma aspetto e cerco tutti i cuori addormentati affinché si sveglino dal sonno dell’incredulità.

Avvicinatevi ancora di più, figlioli, al mio cuore Immacolato perchè possa guidarvi tutti verso l’eternità. 

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

 

 

 

COSA TI RENDE FELICE?


 

Nel corso di un seminario per coppie, chiesero a una delle mogli:
“Tuo marito ti rende felice? Ti fa davvero felice?”.
In quel momento, il marito sollevò la testa, mostrando totale sicurezza.
Sapeva che la moglie avrebbe detto sì, perché non si era mai lamentata di qualcosa durante il matrimonio. Tuttavia, la moglie rispose con un sonoro “No!”.
“No, mio marito non mi rende felice!”.
A questo punto il marito stava cercando la porta di uscita più vicina.
“Mio marito non mi ha reso felice e non mi rende felice! Sono felice!”.
E continuò:
“Il fatto che io sia felice o no, non dipende da lui, ma da me. Io sono la sola dalla quale dipende la mia felicità. Io decido di essere felice.
In ogni situazione, ogni momento della mia vita, perché se la mia felicità dipendesse da qualche cosa, persona o circostanza sulla faccia della terra, sarei in guai seri.
Tutto ciò che esiste in questa vita è in continua evoluzione: l’essere umano, la ricchezza, il mio corpo, il tempo, la mia testa, i piaceri, gli amici, la mia salute fisica e mentale. E così potrei citare un elenco senza fine…
Decido di essere felice! Se la mia casa è vuota o piena: sono felice! Se usciamo insieme o esco da sola: sono felice! Se il mio lavoro è ben pagato o no: sono felice! Sono sposata, ma ero felice quando ero single. Sono contenta per me stessa.
Le altre cose, persone, momenti o situazioni io le chiamo “esperienze che possono o non possono darmi momenti di gioia e di tristezza”.
Quando muore qualcuno che amo, io sono una persona felice in un inevitabile momento di tristezza. Imparo dalle esperienze passeggere e vivo quelle che sono eterne come l’amare, perdonare, aiutare, capire, accettare, confortare…
Ci sono persone che dicono: oggi non posso essere felice perché sto male, perché non ho soldi, perché fa molto caldo, perché qualcuno mi ha insultato, perché qualcuno ha smesso di amarmi, perché non riesce a valorizzarmi, perché mio marito non è quello che mi aspettavo, perché i miei figli non mi rendono felice, perché i miei amici non mi rendono felice, perché il mio lavoro è mediocre e così via.
Io amo la vita ma non perché la mia vita è più facile di quella degli altri. E’ che ho deciso di essere felice e io come persona sono responsabilità per la mia felicità. Quando prendo questo obbligo, lascio liberi mio marito e chiunque altro dal pesare sulle loro spalle. La vita di tutti è molto più leggera. Ed in questo modo ho un matrimonio felice da molti anni”.

Non permettere mai a nessuno una così grande responsabilità come quella di determinare la tua felicità!
Essere felici, anche se fa caldo, anche se sei malato, anche non hai soldi, anche se qualcuno ti ha fatto male, anche se qualcuno non ti ama o non ti da il giusto valore.
Basta chiedere a Dio di darci la serenità di accettare le cose che non possiamo cambiare, il coraggio di cambiare quelle che possono essere cambiate e la saggezza per riconoscere la differenza tra loro.
Non riflettere solo… cambia e sii felice!


 

Apri i nostri occhi, Signore,
perché possiamo vedere te nei nostri fratelli e sorelle.
Apri le nostre orecchie, Signore,
perché possiamo udire le invocazioni di chi ha fame,
freddo, paura e di chi è oppresso.
Apri il nostro cuore, Signore,
perché impariamo ad amarci gli uni gli altri
come tu ci ami.
Donaci di nuovo il tuo Spirito, Signore,
perché diventiamo un cuore solo
e un’anima sola, nel tuo nome.

LA LUCE DEI SOGNI

Cammino ogni mattina

sotto la luce del sole immaginando

sognando un desiderio che sembra semplice e magnifico.

 

 

Cammino ogni sera

sotto la luce delle stelle pensando sempre

a quel sogno ma un pensiero entra nella mia mente:

è un sogno difficile, irrealizzabile, impossibile….

 

 

Cammino nel mondo dei sogni

e in quel momento una luce colpisce

il mio animo e il mio cuore

e tutto intorno è luce e gioia.

 

 

Cammino in quella luce e mi sento vivo

felice, unico…  l’uomo più felice del mondo.

Potessi portare quella luce con me anche

nella vita vera, per me e per tutti gli abitanti di questo pianeta.

 

 

Come fare per renderlo possibile????

Comincio dalle semplici cose: Non smetto mai di sognare.

Qualsiasi cosa mi accada nella giornata

ritorno nel mondo sei sogni dove posso essere vivo e felice.

 

Signore,
educaci al desiderio del bene,
a una volontà che si impegna
per ciò che vale,
alla realizzazione di una vita piena.
Tu sei in mezzo a noi come colui che salva,
guarisce, apre, supera le nostre porte chiuse
ed entra ad aprire menti e cuori.
Concedici di saper anche noi accogliere
chi ha il cuore chiuso e fatica a comprendere,
che fatica ad amare, chi fatica a credere.

Un sorriso…
cosa sarà mai il “Sorriso”?
Un gesto unico, spontaneo, inconfondibile…
Al mondo ci sono tante ma tante cose che possono toglierci
ma il nostro sorriso sta solamente a noi
scegliamo noi a chi darlo, come farlo, come darlo
come renderlo armonioso e unico nel suo genere.
La mattina ci alziamo dal letto e ci guardiamo allo specchio
vediamo la nostra immagine, il nostro sorriso
Cominciamo la nostra giornata con il nostro sorriso.
Nel corso della nostra giornata incontriamo altri sorrisi che si attraggono l’un l’altro..
il nostro sorriso può cambiare la giornata di qualcuno…
persone speciali o che non conosciamo.
Ritorniamo a casa e prima di andare a dormire ci riguardiamo allo specchio e rivediamo sempre la nostra immagine, il nostro meraviglioso sorriso e poi….
nel mondo dei sogni c’è sempre un sorriso, una persona, una luce
Tutto questo nasce da un sorriso fatto 24 ore prima….
Ecco cosa è capace di fare il sorriso,
in questo 2011 rendiamolo più bello e più forte
NON RINUNCIAMO MAI AL NOSTRO SORRISO, MAI PER NIENTE AL MONDO!!!!!
Quante volte ci abbiamo pensato ascoltando questa meravigliosa canzone, quante volte abbiamo pensato a un mondo completamente nuovo, un mondo diverso dove non ci siano più guerre, niente rancori, divergenze, separazioni, ingiustizie e tanto altro ancora.
Io ho un idea in proposito e cercherò di esporla a tutti voi.
Il mondo è come una bianca tela e tutti noi abbiamo dei pensieri, delle idee, delle considerazioni…
Tutte queste cose sono come i tasselli di un mosaico e ciascuno di noi ha il compito di posizionare al meglio i propri tasselli.
Che questo 2011 sia l’anno in cui tutti quanti noi riusciamo a mettere al posto giusto tutti i tasselli che teniamo custoditi nel nostro cuore e che questo mosaico, il nostro mondo, possa finalmente essere portato a termine e che possa essere meraviglioso, splendido così tanto da lasciarci a bocca aperta così potremo farlo vedere tutti insieme e tutti insieme potremo finalmente dire:
” QUESTO E’ IL MONDO COME LO VOGLIAMO, IL VERO MONDO IN CUI VOGLIAMO VIVERE”
BUON 2011 A TUTTI VOI

NATALE


Pur in mezzo al deserto, pur in mezzo alla sofferenza è possibile credere che anche lì può avere inizio qualcosa di nuovo. Dentro la terra riarsa si desta un seme nuovo, spuntano nuovi steli e cime, la vita rinasce. (E. Drewermann)

Noi siamo il campo dove viene piantano questo piccolo seme e spetta a noi fare in modo che possa crescere e portare tanti frutti da poter cambiare questo mondo e renderlo migliore più di quanto lo conosciamo adesso…